Redditi 2019 fa il pieno di novità: dagli Isa alle rivalutazioni - Quotidiano del Fisco del 05/03/2019

quot fisco 5.03.19

di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

 

Con provvedimento del direttore dell’agenzia delle Entrate (protocollo 23599/2019) dello scorso 30 gennaio 2019, sono stati approvati il modello di dichiarazione “Redditi 2019–SC” e le relative istruzioni, che le società ed enti commerciali residenti nel territorio dello Stato e i soggetti non residenti equiparati devono presentare nell’anno 2019 ai fini delle imposte sui redditi 2018.

Leggi tutto...

Fattura elettronica, tre strumenti per portarla a regime - Quotidiano del Fisco del 26/02/2019

quot del fisco 25.02

di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

 

Tagliato il traguardo della prima scadenza della liquidazione Iva di gennaio e raggiunti i volumi fisiologici previsti, la fatturazione elettronica si avvia sempre più verso la normalità. Dopo i primi giorni di ansia per l’attesa degli esiti delle fatture inviate e per la ricezione delle fatture passive, ora i meccanismi si sono oliati e i dubbi si stanno gradualmente dipanando lasciando spazio alla consapevolezza che si è entrati veramente in una nuova era dei processi aziendali.

Leggi tutto...

L’iperammortamento «dribbla» gli ostacoli sul calcolo - Quotidiano del Fisco del 19/02/2019

quot del fisco

di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

 

La legge di Bilancio per il 2019 ha disposto la proroga dell’iperammortamento per un anno, fino al 31 dicembre 2019, con una rimodulazione del beneficio che - com’è noto - è passato da un’unica aliquota del 150%, ad una serie di aliquote decrescenti, che si applicano a tre scaglioni crescenti di investimenti.

Leggi tutto...

Fattura elettronica, così il versamento dell’imposta di bollo

quotidiano del fisco 12.02

di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Tra i tanti piccoli problemi che probabilmente non pensavamo dovessero crearci particolari difficoltà con l’avvento della fatturazione elettronica, vi è quello dell’assoggettamento delle fatture all’imposta di bollo. Per due motivi:
•perché era prassi consolidata da parte di molti operatori, grazie al principio di alternatività tra Iva e imposta di bollo, quella di “semplificare” l’applicazione dell’imposta di bollo riservandola alle sole fatture senza Iva di importo superiore a 77,47 euro, senza fare ulteriori verifiche sulla natura delle operazioni;
•perché le modalità di applicazione del bollo virtuale erano già note da tempo, per cui si trattava soltanto di acquisirne le regole e le modalità operative.

Leggi tutto...

Fattura elettronica, ecco i costi che si possono ridurre - Quotidiano del Fisco 05/02/2019

quotidiano del fisco

di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

 

Tra le grandi promesse della fatturazione elettronica, ce n’è una che non manca mai di essere citata, si tratta dell’importante riduzione dei costi amministrativi connessa alla “dematerializzazione” del supporto cartaceo. Non stiamo parlando del risparmio di carta. Il beneficio della dematerializzazione delle fatture è infatti solo marginalmente correlato al risparmio della carta e del toner della stampante che si utilizzano per riprodurle. Il vero beneficio è correlato ai minori costi che ci saranno in un futuro oramai piuttosto vicino, grazie all’automazione dei processi amministrativi e gestionali, che si affineranno via via sempre di più, rendendo i flussi di lavoro sempre più efficienti. Oggi questa automazione è ancora piuttosto limitata, ma le potenzialità di crescita sono davvero enormi, così come anche i risparmi connessi.

Leggi tutto...
facebook twitter linkedin