Nota Integrativa XBRL, difficile partire nel 2015

Comunicato stampa Assosoftware - 08/10/2014

Nota Integrativa XBRL, difficile partire nel 2015

Dopo due anni di lavoro e sperimentazione sulla Nota Integrativa in formato XBRL, oggi il Presidente di Assosoftware, Bonfiglio Mariotti, con una lettera al Ministro Guidi ed a tutti gli organi competenti, ha segnalato che alla data non ci sono le condizioni minime per la predisposizione degli strumenti necessari per affrontare l'adempimento con la necessaria serenità e qualità, già a partire da gennaio 2015 e ciò sostanzialmente per i seguenti motivi:

- la mancanza di una Tassonomia completa e definitiva della Nota Integrativa Xbrl, che sia anche compatibile con le novità introdotte dall’aggiornamento dei Principi Contabili;

- la presenza di numerose incongruenze ed anomalie nelle specifiche tecniche;

- l'assenza, a tutt'oggi, di un'informazione distribuita sugli addetti ai lavori, che dovranno rivedere pesantemente l’organizzazione delle attività necessarie per la realizzazione di un consolidato adempimento con modalità e vincoli nuovi imposti dalla tassonomia.


Ciò premesso, dichiara Bonfiglio Mariotti, “consci dell'impegno profuso da tutti e dell'importanza che
quest’innovazione della comunicazione dei dati di bilancio riveste per il Paese, riteniamo che l'obbligo possa essere introdotto se saranno risolte velocemente tutte le incongruenze e le anomalie ora presenti e se sarà pubblicata una Tassonomia completa e definitiva entro la data limite del 31/10/2014, diversamente chiediamo che il 2015 sia un anno di vera sperimentazione e di affinamento dei nuovi strumenti”.

Ufficio Stampa